Scratch, inizia lo sviluppo!

Giusto qualche giorno fa vi avevo mostrato un mockup di Scratch un editor di testo in perfetto stile elementary. A quanto pare questo mockup, davvero interessante ha suscitato l’interesse di uno sviluppatore che ha deciso di tramutare in realtà il file di inkscape di BassUltra.

Lo conosciamo già, è Mefrio, creatore di Playmouth Manager, esimplytweak e esimpyscripts. Da tempo membro della comunità Italiana di eOS (che non è mai decollata) ha deciso di “accollarsi” questa responsabilità e scrivere questo nuovo text editor come da mockup. Non si è perso in chiacchiere, subito a scrivere codice e a creare pagina del progetto e branch su Launchpad.

In appena 4 commit, abbiamo come risultato quello che possiamo vedere nell’immagine soprastante, davvero niente male per essere solo all’inizio. Non ci resta che augurare a Mefrio buona fortuna e buon lavoro!

Informazioni su Gusions

Innovative blogger. Tech editor for various sites, GNU/Linux old standing blogger & Instagramer full time.
Questa voce è stata pubblicata in Scratch e contrassegnata con , . Contrassegna il permalink.

25 risposte a Scratch, inizia lo sviluppo!

  1. UnoDiPassaggio ha detto:

    Proprio non la piantate di produrre cacca? Pure un editor di testo?! Ma porca miseria, ne siamo pieni, con funzioni avanzatissime, con anni ed anni (a addirittura un ventennio) di sviluppo alle spalle e vi mettete a scriptare con python, una textview ed un paio di pulsantini per tirar fuori un banale ed inutile editor di testo?!
    Mefrio poi già conosce i miei commenti e gli ho mosso non poche critiche su diverse cose.
    Quando comincerete a scrivere del buon codice in un linguaggio compilato già per inizare (imparando cosa sia la gestione della memoria, ecc, ecc), allora forse comincerò a guardare con un minimo di serietà i vostri progetti!
    Bisogna creare novità, non reinventare la ruota cacchio! Perchè questo i giovani pseudo-programmatori italiani (chiamarli programmatori sarebbe un’offesa a chi lo è per davvero) questo proprio non lo capiscono? Poi si parla di investire sui giovani, ma se i giovani son questi…a voi la conclusione.

    Smentitemi dicendomi cosa avrebbe il vostro editor di testo di innovativo da ritener giusto crearlo (e non per il semplice gusto di dire: ehi, questo lo abbiamo fatto noi, è il nostro pseudo-editor di testo del nostro pseudo-OS).

    • Gusions ha detto:

      Allora penso che ognuno di noi sia artefice del proprio destino, quindi se Mario ha voluto provare a tramutare Scratch da mockup a codice che male c’è? Non è un linguaggio compilato, bene allora mettiti tu in gioco poi se ne riparla.

      Evidentemente con la frase “Bisogna creare novità, non reinventare la ruota cacchio!” hai dimostrato che del progetto non hai capito proprio nulla. Mario, Mefrio, come lo vuoi chiamare si è messo in gioco ed ha deciso di lavorarci su e tu? Perché fai di tutta l’erba un fascio?

      Smentisciti da solo muovendo un po’ di autocritica verso il tuo commento praticamente ridicolo e capendo che non si fa per quello, penso che la questione che muove il tutto da Mefrio a Me passando per gli altri blogger sia la passione, non la fama.

      G.

    • Mefrio ha detto:

      L’editor è in vala, non in Python, che è un linguaggio compilato. Per ora c’è la textview ma se mi dai il tempo la sostituirò con una gtksourceview. Non mi sono definito programmatore ne ho detto chissà cosa su di me o sull’editor, ho semplicemente provato a trasformare in codice il mockup che mi sembrava molto carino come idea e per i motivi già detti da Gusions…la “novità” starebbe nella futura integrazione con il desktop Pantheon di elementary OS

  2. UnoDiPassaggio ha detto:

    @Mefrio: “Quando comincerete a scrivere del buon codice in un linguaggio compilato già per inizare…” (cit). Non dico la mia sul vala perchè avrei altre critiche da muovere ed il titolo del’articolo non è il vala.

    @Gusions: Se c’è uno che scrive cose ridicole, te impersoni a pieno tale individuo. Ripeto per l’ennesima volta anche qui, che me ne sbatto della passione ed altre menate del genere! Non possono essere più una scusante per “sporcare” il web ed il mondo open source! Già, perchè anche il mondo open source è ormai sporco grazie proprio a pseudo-programmatori come voi! Il fatto che si abbia carta bianca, non significa che potete scrivere tutte le schifezze che volete. Il “progetto” invece lo conosco (non sono il tipo che spara commenti senza sapere dic he parla) e proprio perchè lo conosco, lo reputo qualcosa di inutile!
    Con sta storia del minimale, ma pienamente comoda per l’utente ed allo stesso tempo elegante, ecc, ecc, ecc…sono nate tanti distro inutili! Tanto che per chi si avvicina al mondo linuxiano, non sa più che pesci prendere su quale distro puntare. Almeno prima si parlava (terra terra) di: slackware è difficile da installare, configurare, usare; debian più o meno uguale, mandrake è molto semplice da installare, configurare ed usare e via dicendo…ora ci sono tante e tante distro simili, con differenze impercettibili alla fine, ecc che l’utente novello va in confusione! E così vediamo sempre chiedere su forum, ecc: quale distro mi consigliate? Quale devo usare io che sono agli inizi?
    Se parlassimo di modifiche a livello kernel o giù di li, potrei anche capire, ma giocarsela su togliere questo, mettere quello, scegliere questo DE, WM e via dicendo, beh son tutte cose già esistenti ed ognuno si configura facilmente o difficilmente quello che gli pare e piace.
    Se uno vuole fluxbox, si presume che sappia installarselo e configurarselo perchè avrà conoscenze almeno un po’ al di sopra dell’utente che usa gnome o kde (tanto per dirne due dei maggiori); se uno vuole gnome o kde, se li ritrova già di default in tantissime distro.
    Quindi o si va davvero su qualcosa di innovativo, o meglio star fermi!
    Ho esteso il discorso a tutta la distro, ma applicala pure a questo editor di testo inutile.

    Io non lavorerei mai su cose inutili😀 quindi di certo non mi vedrai codare questo aborto di coso.

    Perchè faccio di tutta l’erba un fascio? Perchè non “conosco” solo Mefrio, ma anche te ed altri che girano come dici intorno a tale progetto.

    Nel mio piccolo, ho dato e do contributi nel mondo dell’open source, ma su cose che ritengo veramente valide.

    La fama? Io non l’ho tirata in gioco (anche perchè ormai è una costante di giovani blogger/psudo-sviluppatori/ecc…ma non solo giovani comunque eh).
    Sulla passione, come già detto, non è una scusante per scrivere ciofeca.
    Se le mie critiche ti sembrano ridicole, evidentemente sei troppo pieno di te per cogliere quello che voglio dire (che poi mi pare sia molto semplice).
    Buon pseudo-lavoro.

    • Gusions ha detto:

      Ti ringrazio per il complimento, ma a quanto pare anche tu non scherzi..

      Ok perfetto sporchiamo il web, il mondo open e anche l’ambiente, il progetto é inutile et etc ma tu chi sei Mark Shuttleworth, Richard Stallman o Linus? No perché sei solo l’ennesimo chiacchierone del web.

      Il tuo discorso su distro, WM etc può avere un senso ma se non si innova? Io ho trovato questo che mi pare un ottimo progetto ed ho deciso di dedicarmici lo trovo più interessante della battaglia tea ubuntunity e gnome 3…

      De Gustibus..

      Il capire, affermare e rispondere non é segno di essere pieno di se’, il fatto di “non codare su certa merda” si. Buona trollata, altrove.

    • Mefrio ha detto:

      Ma che vuol dire sporcare il web?

      Per curiosità quali sono le tue critiche contro il vala? È un ottimo linguaggio compilato, con una semplice sintassi, leggero e veloce quanto il C

    • ale ha detto:

      @UnoDiPassaggio
      Scusa ma non capisco il tuo ragionamento. Parli della presenza di tante distro inutili e simili tra loro, ma Elementary ambisce ad essere qualcosa di diverso dalle altre. Non è la solita distribuzione con installato GNOME/KDE con qualche piccola variante rispetto alle altre (di solito il gestore dei pacchetti, l’installer, il tema, le icone e poco altro). Questi ragazzi stanno scrivendo da zero un sacco di software nuovo che integrato insieme diventerà un ambiente desktop sensibilmente diverso da quelli che troviamo su altre distribuzioni.

      Per quanto riguarda l’enorme quantità di distro disponibili non sono uno di quelli che considera la grande possibilità di scelta un valore. Oltre un certo limite lo trovo uno svantaggio. A parte ciò le distribuzioni principali sono sempre le solite cinque/sei. Il resto è fuffa.
      Un saluto

  3. UnoDiPassaggio ha detto:

    @Mefrio: non divaghiamo, se vuoi ne parliamo altrove, non qui.

    @Gusions: non so a questo punto se ci sei o ci fai! Accenni all’innovazione ed è proprio quello di cui parlavo (in parte) di cui nbecessitano nuovi progetti per partire!
    Come avevo già chiesto, quali sono le innovazioni di questo editor di testo??? E le innovazioni di quella distro??? Non parlare di aria fritta, ma rispondimi con i fatti, fammi un elenco!

    Bisogna essere per forza Mark Shuttleworth, Richard Stallman o Linus perchè il proprio pensiero valga? Sono gli unici esperti del settore? Bah, ridicolo! Il fatto che ti aggrappi a grossi nomi per far intendere che un pensiero sia valido, già dimostri come la tua testolina ragioni.

    Perchè ti pare un ottimo progetto? Fatti, riportami i fatti!

    Mi trovi d’accordo sulla patetica “battaglia” unity vs gnome 3…

    Il capire? Mh, veramente “non capire” per via del tuo esser troppo pieno di te per scostarti dal tuo pensiero.
    Il non codare su merda, è segno di non sprecare tempo inutilmente, di non contribuire all’inzozzimento dell’open source e se vogliamo, di un minimo di intelligenza/conoscenza da accorgersi di quello che è cacca.

    Facile uscirsene col le solite menate ormai sui troll, flame e via dicendo. Non vedo ancora una tua risposta valida (non ne vedo proprio) sulle mie critiche.

    p.s.: non esser diplomatico (ed infatti non è il mio forte), avere un atteggiamento forte e diretto, non significa esser pieno di se o un presuntuoso😉

    • Gusions ha detto:

      Ti piace mischiare le carte in tavola a tuo piacimento? Trollare ti riesco davvero bene, ma iniziamo.

      Non ho definito innovativo scratch. Quindi cosa dici?

      Le innovazioni sono un “nuovo De”, nuovi tool e nuova concezione del tutto, è sotto i tuoi occhi.

      Te lo posso dire anche senza fare i grandi nomi, tu chi sei per dirmi che sporco il web? Ti ho fatto un banale esempio e tu hai tratto conclusioni affrettate e senza nessuna logica.

      Ti scriverò un post, anzi è già in programma.

      Ancora convinto che io sia troppo pieno di me? Ti piace proprio trollare!

      Quelli sono affari tuoi ognuno è libero e artefice del proprio destino. La mia intelligenza/conoscenza mi dice che questo progetto non è come gli altri e che ha un qualcosa di diverso che mi ha portato a parlarne. E questa è la mia idea.

      Non ci sono critiche, solo ammassi di parole senza argomentazioni. Perché non è innovativo? Perchè dici che è cacca? Secondo quali criteri? Hai provato i tools? Sai quello che verrà?

      Non vedo un atteggiamento forte e diretto vedo solo arroganza e pienezza di se’.

      Poi a te non piace, è cacca, e tutto quello che vuoi? Benissimo, commenti altrove. I miei contatti li conosci, dato che sei già una vecchia conoscenza e se vuoi discuterne lo farò, ma a sporcare/intasare con la tua cybercacca il blog non ci sto.

      p.s: Giudichi troppo spesso e molto “ad cazzum canis”, non mi piacciono per nulla queste cose.

  4. UnoDiPassaggio ha detto:

    @Ale: non c’era ancor ail tuo commento mentre scrivevo, quindi ti rispondo adesso.
    Continuate a parlare di aria fritta…”ambisce ad essere qualcosa di diverso dalle altre”, cosa ambisce ad essere concretamente? Ed in cosa differirebbe dalle altre di fatto?
    Dici che non è la solita distro con installato gnome o kde con qualche variante…beh, derivata da ubuntu, per l’ambiente dektop di cui parli, utilizza roba già esistente (solamente preinstallata) e via dicendo, dove sarebbe il grosso nuovo modo di operare rispetto ad altre distro? Perchè devo per forza scrivere da zero un software se ce ne sono di validissimi che posso offrire all’utente, invece che scritti 2 mesi prima da pseudo-programmatori che non hanno certo l’esperienza ed il supporto di una community seria come ce l’hanno tanti altri software ormai affermatissimi?
    Si scrive nuovo software solo quando si ha da proporre soluzioni che gli stessi altri software non hanno! Parlasi di novità, innovazione o chiamala come ti pare. Non scrivo un cavolo di editor di testo inutile o altre minchiate come già stato fatto, per il solo fatto di dire che c’è software creato da noi sviluppatori/sostenitori di questa distro. Non stanno scrivendo un nuovo WM o DE da avere un ambiente desktop rivoluzionario, non sono partiti da zero nel costruire la nuova distro stando dietro ad ore ed ore di compilazione di ogni singolo pacchetto, eventuale ottimizzazione (e quindi modifica) del kernel in base a quello che loro vogliono offrire e così via.

    Sul secondo punto, come avrai capito, non posso che esser d’accorso sull’enorme quantità di distro inutili e che come dici, non rappresenta un vantaggio.
    La fuufa che dici, appunto è spazzatura! Che sporca solo il mondo open source come dicevo ed anche il web visto che poi nascono come funghi blog, forum, siti e così via…oltre al fatto che questa fuffa confonde sempre più le idee ai nuovi utenti che mettono piede nel mondo linuxiano.
    Quindi non ti pare che il mio discorso non faccia una piega (che in seconda battuta, indirettamente/incosapevolmente appoggi)?

    • ale ha detto:

      La percezione che ho io, e parlo di percezione perché non faccio parte del progetto Elementary a nessun titolo e livello, è quella di un tentativo di creare un ambiente desktop in controtendenza a quelli in sviluppo attualmente. E mi riferisco in particolare ai progetti Unity e Gnome Shell. Un ambiente desktop di tipo “tradizionale”, se mi passi il termine, ma al contempo con programmi appositamente scritti da zero atti a creare un ambiente ben integrato e coeso.
      Forse non sarà niente di particolarmente innovativo ma mi pare che ultimamente questa parola sia alquanto abusata. Tutti la chiedono incessantemente questa fantomatica innovazione ma in cosa dovrebbe consistere poi? In Gnome Shell? In Unity? Sono queste le innovazioni di cui io come utente ho bisogno? Al momento sto utilizzando tutti e due gli ambienti (Gnome Shell su Fedora) sin dal loro rilascio e ti posso dire che a volte sono una pena infinita.

      E comunque se i ragazzi di Elementary si limitassero a impiegare software esistenti, pur validissimi e ultra collaudati, allora sì che non farebbero altro che riproporre un’ennesima distro clone.

      Riguardo alla mia posizione sulla fuffa ritengo che, in ogni caso, bisogna sempre dargli almeno un’occasione. Solo dopo i primi due/tre rilasci (Jupiter non la prendo assolutamente in considerazione in quanto acerba e inutile) potremmo dire se Elementary potrà accedere all’olimpo delle medio/grandi o rimanere nella fuffa.

      ciao
      ale

  5. doppiaA ha detto:

    Se posso esprimere la mia modestissimissima opinione da ubuntu-semi-new-user: trovo gedit un editor di testo comodissimo e semplice da usare, quindi mi trovo d’accordo con UnoDiPassaggio, non vedo l’utilità di questo editor (che volendo essere “elementary” mi suona un gedit castrato), come non vedo l’utilità di pantheon-terminal. Per carità, anche leggendo il post del mockup, mefrio ha ogni diritto di dilettarsi a creare questo editor!!! Ma questa frenesia del “made in elementary” sta un po’ troppo prendendo piede…se a noi users volete proporre una distro come si deve (qui sono d’accordo con gusions e gli altri) noi pretendiamo software fatto bene e completo, elementary mi pare voglia dire semplicità, ma senza castrazione.
    TUTTO RIGOROSAMENTE IMHO!

  6. UnoDiPassaggio ha detto:

    @Gusions: non mi resta che chiederti se ci sei o ci fai te!O_o Perchè, io ho definito questo pseudo-editor di testo innovativo o detto che te lo ritieni innovativo? Partendo dal presupposto, come già scritto, che si dovrebbe scrivere solo nuovi programmi se innovativi ormai, ti chiedevo di contraddire con i fatti EVENTUALMENTE quello che io affermavo (e cioè che è solo cacca e niente di innovativo), facendomi notare che qualcosa di innovativo l’avevate in mente ed io non l’avevo colto (diciamo pur eun paradosso visto che si capisce ormai che è quello che ho definito).
    Chi sono io non ti interessa, altrimenti non mi firmerei “unodipassaggio”. Posso essere un santone dell’informatica o un coglione che non sa neanche accendere il pc, fatto sta che anche se ti dicessi chi sono, non potresti arrivare a nessuna delle due conclusioni…quindi al di la di chi sono, le mie argomentazioni dovrebbero farti capire se sono un’incompetente trollone o uno che almeno un minimo sa di che sta parlando (visto che hai usato più volte la parola troll, presumo te arrivi facilmente alla prima conclusione, ma solo perchè non riesci a vedere oltre il tuo naso da come ti poni).
    Commento altrove? Infatti come vedi, sono i miei unici commenti qui…dopo tanto schifo che ho visto, sono arrivato, come dire, un po’ al limite?😀
    Senza argomentazioni le mie parole? E non vedi i motivi della non innovatività che ho in parte esposto? Ma leggi tutto o vai per pezzi? Bah!
    Invece ancora non vedo per l’ennesima volta, risposte concrete sul perchè sarebbe un progetto valido quella distro o perchè lo sia questo editor (come già detto, espluse le motivazioni del tipo: ce lo scriviamo noi così è qualcosa di nuovo).
    Sono una vecchia conoscenza? Veramente no…di Mefrio si, ma non tua, è la prima volta che “entro in contatto” con te. Dicevo che “ti conosco” per il fatto che visto che aprite blog, ecc un po’ a vanvera, un po’ ovunque, è difficile ormai non incappare anche in quello in cui non vorresti incappare (proprio per il web sporco…sai, anche le cazzate vengono indicizzate e noi italiani siamo tra i primi a quanto pare dalle lamentele di google).
    Se vuoi rispondere con argomentazioni valide e che ti ho chiesto bene, altrimenti visto che sei te quello che scrive cose a cazzo, il dialogo tra noi due può terminare qui. La mia, rimane la mia opinione e te continui tranquillamente a produrre, appoggiare, sostenere “cacca”.

    @ale: e quale sarebbe questo ambiente desktop in controtendenza? Basta scrivere un paio di applicazioni inutili per far ciò? Ed anche se così fosse, c’è bisogno di creare un’intera distro? Un nuovo DE e basta, no? Ma poi Di che stiamo parlando, se non ha niente di significativo nato da zero??? Solo app che devono sostituire quelle già esistenti senza motivo e facendo schifo, mah!
    Quello che intravedo, è solo il voler creare qualcosa di assolutamente “fiquo” da accostare a Mac OS X!
    Se in tanti chiedono innovazione, è perchè ce n’è davvero bisogno! Credete davvero che la tecnologia attuale, almeno a livello consumer, sia così avanti? Ma scherziamo? C’è un riciclaggio di tecnologia sia a livello hardware che software, vergognoso (basti vedere i tablet, neanche fossero un’invenzione di oggi, tanto per dirne una)!
    Alcuni software, che ti piaccia o no, saranno sempre gli stessi, almeno per diversi altri anni, finchè qualcuno non tirerà fuori qualcosa di veramente innovativo! Pensi davvero che ci sia bisogno di un nuovo editor di testo e che non ha niente di nuovo?
    Sia chiaro che non sono nè un sostenitore di unity, nè di gnome shell (quante ne avrei da dire anche a riguardo)!
    Un punto fondamentale, è che l’innovazione vera attualmente, è da ricercarsi più a livello hardware, quindi cercarla a livello software con l’hardware che non progredisce in un certo modo, è già una perdita di tempo!
    Mi viene in mente l’applicazione degli ologrammi nell’ambito informatico, che tanto sta ritardando ad arrivare…prototipi, ecc in laboratori sparsi per il mondo, ma a livello consumer, niente! E già di fronte a ciò, ci si renderebbe conto di quanto sia stupido ed una perdita di tempo, scrivere l’ennesimo editor di testo!

    Attendo sempre questi punti forti di questa distro, punti reali, precisi, senza giri di parole inutili e l’uso vago di termini cone ‘valido’.

    • Mefrio ha detto:

      Gusions in effetti lui è una mia conoscenza…basta farti un giro sul mio blog😀

      Comunque con UnoDiPassaggio sono parzialmente d’accordo anche se credo che esageri un po. Sull’innovazione del browser puoi stare tranquillo, non ha niente di più di altri, ad eccezione dell’integrazione con il desktop di elementary OS, e qualche cosa in meno!! A prescindere da tutta la discussione e dal fatto che di possa ritenere eOS utile o meno, non credo che tutto questo sia spazzatura!!!

  7. Matteo ha detto:

    E’ nata una discussione interessante🙂 In parte condivido con UnoDiPassaggio, ma non in toto.
    Condivido il suo parere sull’inutilità di creare sw da zero se non apporta nulla di nuovo. Prendiamo questo editor di testo.. quali sono i suoi piani futuri? Ovviamente giudicarlo adesso è troppo presto, dipende che ambizioni si pone. Un semplice editor di testo? c’è già gedit. Uno più minimale? Esiste leafpad. Uno più completo? esiste abiword. Una suite? progetto molto ambizioso… e cmq c’è libreoffice.
    Con questo non voglio criticare eOS, apprezzo lo sforzo di chi ci mette impegno e passione. Però a volte si sprecano le energie. C’è davvero bisogno di un nuovo editor? Non è magari meglio usare uno già presente? Ha qualcosa che non va? Si contattano gli sviluppatori e si propongono migliorie e si mandano patch. Si vuole migliorare un sw e gli sviluppatori non sono d’accordo? piuttosto si fa un fork. Anche se non è bella come cosa, è sempre meglio che partire da zero.
    L’obiettivo di eOS è quello del minimalismo. Ok, allora prendi abiword (o gedit) ed elimini di default alcuni pulsanti che non ti piacciono.
    Cosa porterà di nuovo questo Scratch?

    Detto ciò, eOS mi incuriosisce, e se procede bene potrebbe essere un bel progetto. Potrebbe servire per usare un ambiente desktop davvero usabile, omogeneo. Tutto out-of-the-box. Però devono stare attenti a non disperdere troppo le energie, e a non sfociare in cose inutili, tipo riscrivere un editor di testo. Piuttosto collaborare coi team per migliorare quell’aspetto. Alla fine, sempre tenendo l’editor di testo come esempio, che integrazione deve avere con l’intero ambiente? Soltanto grafico. E quello dipende dal tema, e dall’elevano o meno numero di pulsanti nella toolbar, cosa che si può diminuire con un paio di click.

    Invece, potrebbe piacermi l’idea di Postler. Trovo molti client email scomodi e poco usabili. Cioè, non ne trovo uno che mi convinca a pieno dal punto di vista dell’usabilità.

  8. ThePette ha detto:

    Mamma mia che putiferio! Io da programmatore alle prime armi e linux-user da ormai 4 anni penso che non esistano progetti inutili, piaccia o non piaccia il mondo open-source è fatto di alternative per ogni singolo software e questo rende personalizzabile a seconda del gusto e delle esigenze una distro.
    E poi, chi siamo noi per giudicare un progetto che possiamo ancora definire in uno stato embrionale? Magari ci porterà vere innovazioni di cui poi non potremo fare a meno.
    E se così non fosse, bhe, lo sviluppatore avrà sicuramente fatto esperienza e imparato qualcosa in più e potrà poi rendersi utile in qualche altro progetto🙂

    Ora chiedo solo, a chiunque vorrà nux-user da ormai 4 anni penso che non esistano progetti inutili, piaccia o non piaccia il mondo open-source è fatto di alternative per ogni singolo software e questo rende personalizzabile a seconda del gusto e delle esigenze una distro.
    E poi, chi siamo noi per giudicare un progetto che possiamo ancora definire in uno stato embrionale? Magari ci porterà vere innovazioni di cui poi non potremo fare a meno.
    E se così non fosse, bhe, lo sviluppatore avrà sicuramente fatto esperienza e imparato qualcosa in più e potrà poi rendersi utile in qualche altro progetto🙂

    Ora chiedo, a chiunque vorrà rispondere al mio commento, di farlo in modo educato, visto comunque che sono solo un diciassettenne e che magari non ho ancora conoscenze ampie come le vostrermai 4 anni penso che non esistano progetti inutili, piaccia o non piaccia il mondo open-source è fatto di alternative per ogni singolo software e questo rende personalizzabile a seconda del gusto e delle esigenze una distro.
    E poi, chi siamo noi per giudicare un progetto che possiamo ancora definire in uno stato embrionale? Magari ci porterà vere innovazioni di cui poi non potremo fare a meno.
    E se così non fosse, bhe, lo sviluppatore avrà sicuramente fatto esperienza e imparato qualcosa in più e potrà poi rendersi utile in qualche altro progetto🙂

    Ora chiedo solo, a chiunque vorrà nux-user da ormai 4 anni penso che non esistano progetti inutili, piaccia o non piaccia il mondo open-source è fatto di alternative per ogni singolo software e questo rende personalizzabile a seconda del gusto e delle esigenze una distro.
    E poi, chi siamo noi per giudicare un progetto che possiamo ancora definire in uno stato embrionale? Magari ci porterà vere innovazioni di cui poi non potremo fare a meno.
    E se così non fosse, bhe, lo sviluppatore avrà sicuramente fatto esperienza e imparato qualcosa in più e potrà poi rendersi utile in qualche altro progetto🙂

    Ora chiedo, a chiunque vorrà rispondere al mio commento, di farlo in modo educato, visto comunque che sono solo un diciassettenne e che magari non ho ancora conoscenze ampie come le vostre

  9. ThePette ha detto:

    Mamma mia che putiferio! Io da programmatore alle prime armi e linux-user da ormai 4 anni penso che non esistano progetti inutili, piaccia o non piaccia il mondo open-source è fatto di alternative per ogni singolo software e questo rende personalizzabile a seconda del gusto e delle esigenze una distro.
    E poi, chi siamo noi per giudicare un progetto che possiamo ancora definire in uno stato embrionale? Magari ci porterà vere innovazioni di cui poi non potremo fare a meno.
    E se così non fosse, bhe, lo sviluppatore avrà sicuramente fatto esperienza e imparato qualcosa in più e potrà poi rendersi utile in qualche altro progetto🙂

    Ora chiedo, a chiunque vorrà rispondere al mio commento, di farlo in modo educato, visto comunque che sono solo un diciassettenne e che magari non ho ancora conoscenze ampie come le vostre

    Chiedo scusa per il commento precedente ma Opera Mini mi ha fatto un disastro

  10. Mi intrufolo nel discorso perchè è interessante.
    A parte i toni un pò troppo accesi di UnoDiPassaggio concordo con lui su alcuni argomenti (premetto però che ho letto solo i suoi primi 2 commenti):
    Che senso ha scrivere un nuovo editor di testo senza proporre una innovazione? Qui prodest? Nel senso, quali sarebbero le innovazioni che porta questo editor? Se la risposta è nessuna, allora non sarebbe il caso di prendere il codice di un editor già bello e rodato e semplicemente rifare l’interfaccia grafica per adattarla allo stile elementary?
    Qualora necessiti di qualche integrazione con altre applicazioni secondo me il ragionamento è lo stesso, conviene studiare il codice di uno dei già tanto rodati editor ed eventualmente introdurre le patch per integrarlo al resto del sistema.
    Poi se lo sviluppatore non ha le capacità per leggere/comprendere/modificare i sorgenti di uno degli altri editor allora gli consiglio, senza alcuna cattiveria, di lasciar perdere.
    Penso sia un ragionamento abbastanza semplice e lineare…o no?

  11. UnoDiPassaggio ha detto:

    E ti pareva che non arrivasse la censura! Chissà perchè me l’aspettavo. Sei uno dei diversi individui esistenti su internet che ricorre a tale mezzo solo perchè uno ha idee diverse dalle proprie.
    Avere pugno e ragionare a 360°? Ahahah, che ridicolo, peccato che te giri a 360° solo su te stesso😀 Se diversi altri utenti ritengono il mio spunto interessante e solo te, te ne esci con stronzate dandomi del troll, evidentemente qualche domanda dovresti portela, ma sei troppo ottuso per farlo e l’unico mezzo che ti rimane è la censura! Proprio atteggiamento da persona aperta al confronto e con una mentalità anche da open source! ma vai a zappare la terra va (con tutto rispetto per chi lo fa per sopravvivere).

    • Gusions ha detto:

      Finché attacchi dicendo minchiate ti censurerò, parlare con te è come combattere contro i mulini a vento, io accetto le discussioni le idee, le opinioni differenti purché si rispettino le persone e le idee stesse. Tu non l’hai fatto.

      Vado a zappare la terra, ma tu saluta questo blog.

  12. UnoDiPassaggio ha detto:

    QUESTO IL MESSAGGIO CHE ERA STATO CENSURATO.

    Oh, allora tolto Gusions il pieno di sè, vedo che nessun altro mi ritiene un troll inutile (vorrà già dire qualcosa?).
    Lieto di aver scatenato un putiferio o una discussione interessante se serve a far sentire anche pareri altrui che lasciano evidenziare un certo che…
    Parliamo di elementary? Allora VIM!😀 più elementary e potente di esso non ce n’è😉

    ThePette, si vede che non hai ancora compreso a pieno il concetto e mondo di open source (che non è la sola semplice condivisione di sorgenti). Come ho ripetuto più volte, sottolineo ancora una volta, che la propria passione non deve ledere il bene dell’intera comunità! Da anni ormai, professando sta storia della passione, ecc, anche il mondo open source è stato “inzozzito”. Vuoi apprendere qualcosa di nuovo? Dilettarti? Quindi crescere (a livello di programmazione) se vogliamo? Bene, liberissimo di farlo, ma tienilo per te😉 Quanti di noi, in ogni cosa alle prime armi, scrivono ad esempio codice banale (dalla famigerata calcolatrice e così via)? Tutti! Non tutti hanno però il buon senso di pubblicare, distribuire, solo codice veramente utile (per qualto il concetto di utilità possa esser soggettivo, c’è un’oggettività di fondo dalla quale non si scappa)!
    Personalmente, tante volte mi son vergognato alla sola idea di pubblicare del sodice/software che avevo scritto, rendendomi subito conto che sarebbe stato inutile e stupido. Già, usando il temrine VERGOGNA, non sto esagerando! Io mi vergognerei davvero!

    Se parto “sparato” nel dire la mia, è perchè “conosco” buona parte di questi raguazzuoli e so quali sono i loro limiti diciamo. Quindi, posso immaginare dove possono arrivare e so che non mi troverò davanti qualcosa di davvero innovativo! Oltretutto ho scritto nel primo commento, da subito quindi, di smentirmi parlandomi nello specifico di eventuali innovazioni in questo editor di testo. Risposte in tale direzione, come si può leggere, non ce ne sono state e quindi…
    Ah, altra cosa, è che non si può usare neanche la scusante: “ma è stato dedicato ancora troppo poco tempo per poter parlare”! Eh? Altra pessima abitudine!!! Dovuta per lo più a pseudo-programmatori, perchè i veri programmatori fanno e sanno quello che sto per dire: prima di scrivere codice, viene la fase di progettazione di un sotfware! Progettazione logica, funzionale, ecc! Poi si butta giù il codice realizzando tale progetto. Quindi altro grosso errore, ma che non mi stupisce.

    Come anche altri hanno fatto notare, roba “elementary” già esiste a bizzeffe, così come sarebbe meglio modificare (se proprio se ne ha la necessità) un progetto valido già esistente adattandolo alle proprie necessità…quindi finchè non mi sarà riposto quali sono i veri punti forti di questo editor di testo o quella distro, rispetto alle altre, da valer la pena di esser creati, non resterà che “cacca”.

    p.s.: i toni accesi (se così vogliamo chiamarli) li uso quando vedo orrore proprio e anche perchè ne ho veramente le scatole piene di vedere roba del genere (e sulla quale incappo, tra l’altro, senza che lo faccia di proposito, ma perchè ormai il web è tanto sporco).

  13. Pingback: Scratch, arriva la modalità “splitview” e indiscrezioni sul futuro! « Dev Elementary OS IT

I commenti sono chiusi.