[Microguida] Piccole modifiche a Plank

Uno dei software fondamentali del futuro di Elementary OS è sicuramente Plank. La nuova dock disegnata appositamente per questo progetto da Robert Dyer. Seppur alle prime versioni, Plank possiede delle limitazioni e che a smanettone come me che ama modificare qualsiasi cosa non sono passate inosservate…

Una delle limitazioni principali è l’assenza di un gestore delle preferenze, presente in Docky ma che su Plank oltre che non essere presente non arriverà come spiegatomi dallo stesso Robert in un veloce scambio di email:

If you are asking when a config/settings dialog will appear in Plank,
the answer is never. That was the whole point to Plank – basically no
options (I wound up with 2, which I think are necessary) and only
whats necessary to get the job done. No fancy bells and whistles.

Altra cosa che non m’è assolutamente piaciuta è la possibilità di non cambiare la dimensione delle icone. Infatti ci basterà editare il file con:

gedit ~/.config/plank/settings

La cui struttura dovrebbe essere molto simile a questa:


Quelli sono i miei valori, che voi editerete a seconda delle vostre preferenze!

Attualmente Plank non supporta il drag and drop degli elementi dal menù alla dockbar stessa. Quindi dovremo creare dei piccoli file con estensione .dockitem secondo questo schema:

Ci basterà modificare i valori di ogni singola stringa per avere un lanciatore personalizzato.

Ad ora plank non è molto familiare agli utenti “poco esperti” ma grazie a questa piccola guida, configurare Plank a seconda delle nostre esigenze non sarà poi così difficile..

Informazioni su Gusions

Innovative blogger. Tech editor for various sites, GNU/Linux old standing blogger & Instagramer full time.
Questa voce è stata pubblicata in Microguide, Plank e contrassegnata con , . Contrassegna il permalink.

15 risposte a [Microguida] Piccole modifiche a Plank

  1. razziatore ha detto:

    Anche la Dock di OS X ha un pur minimo pannello di configurazione. D’accordo essere semplici, ma andare a modificare linee di testo non è per nulla Elementary! E’ inconsistente con la linea del sistema, e non capisco perché Robert si ostini su questa linea. Credo che molti la andranno a piallare per sostituirla con la più flessibile cugina Docky o con AWN, se non decideranno di mettere un minimo di configurabilità. Io per primo.

  2. paulhewson ha detto:

    gus io ho quella build che hai uploadato tu qualche tempo fa, ma di planck neanche l’ombra. è da compilare vero?

  3. iTuxer ha detto:

    Finchè sono file di testo da editare,non è un problema: un tool per farlo in manierà più semplice spunterà fuori sicuramente.
    Altra cosa se invece le opzioni non si potranno modificare neanche dal file di testo,nel qual caso sarebbe veramente problematico..ma le fork esistono anche per questo..

  4. erunamo ha detto:

    sarà….ma io creo i link alle applicazioni sul desktop, trascino sulla dock et voilà….

  5. napulenhio ha detto:

    non so perchè, ma plank è l’unica cosa che non mi piace di elementary….ora ci si mette anche questo mah

  6. Pingback: [Microguida] Rendere Plank simile a Docky! « Dev Elementary OS IT

  7. Diego ha detto:

    Non c’è un modo per non mostrare le applicazioni aperte anche su altri desktop?
    Mi da un po noia il fatto che mi faccia vedere le applicazioni di tutti i quattro dektop

  8. osss1 ha detto:

    ho installato plank e disinstallato docky però plank quando riavvia non carica perchè? devo sempre lanciare plank, non si puo fare un modo che carica all’avvio da solo?

  9. Diego ha detto:

    Come si può fare per non visualizzare le icone delle applicazioni aperte su altri desktop?

    • iTuxer ha detto:

      Al momento non mi pare sia possibile (felice d’essere smentito però eh!)..se non sbaglio però è una delle feature che interessano pure al team di sviluppo,quindi prima o poi arriverà..

  10. Matty ha detto:

    Ti chiedo un consiglio:sto provando Plank su Natty,e’ leggerissima!!!
    Su Gnome e Lxde,pero’,attorno ha un grandissimo bordo nero che sovrasta le finestre,mentre su Pantheon no.
    Hai un’idea del perché’?

  11. matty ha detto:

    Mi do un meno da solo,dovevo già saperlo:era questione di composite!!

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...